Presentazione cataloghi Cresci / Pantani-Surace

Image

Image

Presentazione dei cataloghi

Fabio Cresci

I due stampi

e

Pantani – Surace

Who’s next, dovrebbe piovere su di voi e non su di me

per

Così lontano così vicino #2

a cura di Ilaria Mariotti

sabato 22 settembre ore 18.00

Villa Pacchiani – Centro Espositivo

piazza Pier Paolo Pasolini Santa Croce Sull’Arno

sabato 22 settembre ore 15.00

visita allo studio di Fabio Cresci

via Saettino 49, Marcignana, Empoli, FI)

Sabato 22 settembre alle ore 18.00 presso il Centro Espositivo Villa Pacchiani di Santa Croce sull’Arno verranno presentati i cataloghi delle mostre che, insieme, costituiscono la seconda tappa del progetto Così lontano così vicino, un’iniziativa del Comune di Santa Croce sull’Arno. Assessorato alle Politiche ed Istituzioni Culturali con la sponsorizzazione di Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, LABOSTUDIO srl.

Fabio Cresci, (vive e lavora a Marcignana, nei pressi di Empoli) con I due stampi, Lia Pantani e Giovanni Surace, coppia nel lavoro e nella vita (vivono e lavorano a Calenzano, (FI)) con Who’s next, dovrebbe piovere su di voi e non su di me hanno presentato interventi realizzati appositamente per Villa Pacchiani. Gli artisti hanno luogo in quanto, un tempo, spazio domestico: luogo della quotidianità, delle relazioni e dei conflitti più intimi e profondi, spazio in cui l’individualità si misura con la forma primaria di collettività. Ma alla dimensione privata, evocata, anche, dall’utilizzo di materiali, forme ed oggetti che in qualche modo alla casa appartengono, rapidamente il processo coinvolge questioni legate all’arte, alla figura dell’artista e al ruolo dell’arte e dell’artista all’interno della società.

Il percorso di pani ricavati da uno stampo per dolci ammaccato conduce, per Cresci, all’incontro con alcuni lavori che costituiscono tappe importanti della sua attività.

I lavori di Pantani-Surace – i due gruppi di specchi, con lettere a formare le due scritte “Who’s next” e “dovrebbe piovere su di voi e non su di me” e le impronte indelebili – rimandano alla questione dell’identità personale (la propria immagine riflessa nello specchio) ma piuttosto su quali possono essere gli strumenti dell’arte per costruire relazioni e su come tale processo si sviluppa e si rende concreto.

In occasione della presentazione dei cataloghi e della conclusione delle mostre sabato 22 settembre ore 15.00 lo studio di Fabio Cresci si apre al pubblico per una visita guidata.

Nello studio di Cresci, a Marcignana, a pochi chilometri da Villa Pacchiani e sulla riva opposta dell’Arno, oltre che al processo del fare dell’artista, si può godere di questa esperienza di riorganizzazione attraverso luoghi allestiti con i molti lavori appartenenti a venticinque anni di attività. Ambienti e opere che scandiscono il tempo dell’artista, costituiscono un dispositivo che modifica la percezione spaziale e temporale dell’ospite, ricostruiscono un mondo simbolico e filosofico complesso.

Lo studio di Cresci si trova in via Saettino 49 Marcignana, Empoli (FI). 

Indicazioni per arrivare allo studio: Uscita Fi-Pi-Li Empoli-Ovest, alla rotonda prendere la prima a destra, all’incrocio successivo prendere di nuovo a destra, dopo il sottopasso procedere a dritto per un Km, svoltare a sinistra in via Sacco e Vanzetti, in fondo a via Sacco e Vanzetti parcheggiare nello slargo, prendere la piccola strada sterrata e percorrerla per dieci metri fino al n°49. 

http://maps.google.it/maps?q=via+Saettino+49+Marcignana,+Empoli (FI)&hl=it&sll=43.355179,11.029038&sspn=2.360368,4.54834&hnear=Via+Saettino,+49,+Empoli,+Firenze,+Toscana&t=m&z=16

Fabio Cresci (Marcignana, FI, 1955; vive e lavora a Marcignana)

Tra le mostre personali si ricordano: Galleria Salvatore Ala, New York (1984 e 1985) e a Milano (1986 e 1987); Galleria Antonella Melari, Roma, 1991; Spazio di via Lazzaro Palazzi, Milano, 1992; Galleria Biagiotti, Firenze, 2002; doppia personalie Galleria Il ponte, Firenze, 2008 (doppia personale).

Tra le collettive: partecipazione alla Biennale di Venezia nel 1986 (sezione Arte e Alchimia curata da Arturo Schwarz); Scala1/infinito, Galleria Giò Marconi, Milano 1992; Aperto Italia Flash art Museum di Trevi , 1995,; a Fiesole, 21 giugno 1993 a mezzogiorno, Fondazione Primo Conti, Fiesole; La ricchezza all’Accademia di Brera a Milano, 1994; Orizzonte, Galleria Schema, Firenze 1994; Abbozzo per un lamento di foglie, Museo Pecci di Prato, 1996, Au rendez – vous des amis: identità e opera Museo Pecci di Prato,1998; Il formaggio e i vermi, Palazzo Casali, Cortona, 1996; Dopopaesaggio. Figure e misure dal giardino, Castello di Santa Maria Novella, Fiano (Firenze), 1997; , Palazzo delle Papesse, Siena,1998; Misure del tempo, Museo d’Arte Contemporanea e del Novecento, Monsummano Terme, Pistoia, 2006; Uscita Pistoia, Spazio A, Pistoia, 2003; Libre, Centro per l’arte contemporanea L. Pecci, C.I.D. /Arti Visive, Prato, 2002; Dopopaesaggio IV edizione, Castello di S. Maria Novella, Fiano, Firenze, 2000.

Pantani-Surace

Lia Pantani e Giovanni Surace insegnano nelle Accademie di Belle Arti di Bologna e di Firenze e collaborano dal 1995. Vivono a Calenzano (PO)

Tra le mostre personali: 2008 ”Ti amo”, a cura di L. Culpan, Galleria Madder 139, Londra, UK; 2004 “Non spiegatemi perché la pioggia si trasforma in grandine” galleria nicolafornello Prato; 2001 “Se la memoria mi dice il vero”, a cura di I. Mariotti, Certosa Monumentale di Calci, Pisa, 2001.

Tra le numerose partecipazioni: 2010 ”Au Pair , coppie di fatto nell’arte contemporanea”, a cura di G. Di Pietrantrantonio e F. Referza, Fondazione Malvina Menegaz per le Arti e le Culture, Borgo Medievale di Castelbasso, Teramo; 2008 Una giornata particolare, luogo delle possibilità”, a cura di I. Mariotti, Teatro Sant’Andrea, Pisa; 2007 “Mobili”, a cura di E. Del Prete e L. Aiello, Nosadella due, Bologna, 2007; 2003 “Working Insider”, a cura di S. Risaliti, Stazione Leopolda, Firenze.

Scheda tecnica:

Titolo dell’iniziativa: Presentazione dei cataloghi Fabio Cresci, I due stampi; Pantani – Surace , Who’s next, dovrebbe piovere su di voi e non su di me perCosì lontano così vicino #2

A cura di: Ilaria Mariotti

Promotori: Comune di Santa Croce sull’Arno. Assessorato alle Politiche ed Istituzioni Culturali

Sponsor: Cassa di Risparmio di San Miniato, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, LABOSTUDIO s.r.l

Presentazione cataloghi: sabato 22 settembre ore 18.00

sede Centro Attività Espressive Villa Pacchiani, Piazza Pier Paolo Pasolini, Santa Croce sull’Arno

orari di apertura della mostra: fino al 23 settembre 2012 (giovedì-domenica ore 17.00-20.00)

visita allo studio di Fabio Cresci: sabato 22 settembre ore 15.00

sede: via Saettino 49 Marcignana, Empoli (FI). 

info: Comune di Santa Croce 0571 30642; 0571 389953

e-mail: biblioteca@comune.santacroce.pi.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...